SASSOLEONE - VICARIATO VALSANTERNO

Vai ai contenuti
SASSOLEONE
INDIRIZZO
Via Martiri della Rappresaglia – Sassoleone, 40020 Casalfiumanese
(BO)
TITOLARE
San Prospero
TELEFONO
0542 97882
INCARICHI
Arciprete: don Angelo Figna
ORARIO MESSE
FESTIVO ore 10.15.
Un po' di storia
1151 (preesistenza chiesa)
del primo tempio, eretto nel centro del castello del paese di Sassoleone, se ne ha notizia nel 1151: la cappella Saxilionis per l'acquisito diritto del fonte battesimale, sale dalla sudditanza di Pieve di S. Andrea al rango di parrocchia libera e indipendente.
La chiesa intitolata a San Prospero è sita nella località di Sassoleone, posta su un altipiano alla destra del fiume Sillaro e distante 25 km da Casalfiumanese a cui è collegata mediante i due assi viari principali della Bordona e della Montanara. Di tale edificio se ne ha una prima notizia a partire dall'epoca medievale, più precisamente viene menzionata in un documento del 1151 collocata al centro del castello di Sassoleone e dotata di fonte battesimale, attraverso cui acquisisce la giurisdizione di parrocchia libera e indipendente. Al suo interno vi era una cappella eretta in onore della Vergine e un altare del XVI secolo dedicato alla Madonna di Loreto; infine nel 1584 viene costruita anche un'altra cappella intitolata alla Madonna del Rosario. Tuttavia questa chiesa viene demolita completamente per essere sostituita con una nuova struttura architettonica disegnata dall'architetto Cosimo Morelli: in questo edificio, al pregevole altare maggiore, facevano da corona altri otto altari laterali. In seguito ai bombardamenti della seconda guerra mondiale, anche il tempio morelliano viene abbattuto per essere edificato una terza volta nel 1952 su progetto dell'architetto G. Romiti. La chiesa attuale, che presenta una struttura portante in muratura in sasso non intonacata esternamente, è caratterizzata da finestre di forma rettangolare con la parte superiore circolare e vetri colorati o decorati. L'interno è contraddistinto da un presbiterio rialzato rispetto al piano dei fedeli, alla cui destra si apre la sacrestia di forma rettangolare; esso termina con un ampio abside con soffitto a volta. Distaccato dall'edificio, si erge il campanile in sasso, a base rettangolare, che altro non è se non la vecchia torre campanaria del castello mozzata, la cui sommità è stata rifatta.
Torna ai contenuti